Teeshare

Quando c’è tanta arte e tanto da raccontare è necessario mettere un po’ di ordine, conferire ad ognuno un ruolo, meriti e responsabilità, soprattutto se si tratta di un qualcosa di bello e prezioso.

Teeshare è un progetto nato dal 2013 e vuole essere un connubio tra arte e moda sostenibile o, ancora meglio, è uno strumento che crea condivisione.

Il concept si suddivide in tre punti fondamentali. Il primo è la rielaborazione di un prodotto al quale la designer Francesca Mitolo è molto affezionata, la T-shirt.
Il secondo è la scelta di lavorare con laboratori italiani, cooperative, comunità, persone disabili, pensionati, artigiani e amici. Il terzo è la collaborazione con artisti e designer, sognatori ed ospiti speciali, i quali vengono invitati a creare opere inedite su un supporto insolito, quello che poi viene tradotto in colori, filo e ricami.

Teeshare poggia le sue fondamenta su un microcosmo fatto di connessioni positive e propositive: viene semplice dare ad ognuno un ruolo, una responsabilità e,  ancor di più, gratitudine.
Come in una grande famiglia, c’è chi cuce, chi stampa, chi ricama e chi dipinge a mano e ognuno di essi ha il proprio spazio, la propria “vetrina” dove mostrare la propria professionalità e ciò che sa fare meglio. E quella di Teeshare è senza dubbio una di quelle famiglie che guardi con ammirazione e curiosità.

E allora, se è così, non ci si supisce se le etichette sono dei manufatti in ceramica, da riutilizzare come piace di più, se i motivi sono un mix di disegno a mano e ricamo come l’abbraccio ricamato con punto erba da Ailadi, creativa che vive tra Shangai e Londra, oppure se una maglia è realizzata da due t-shirt tenute insieme da 8 spille da balia, ideata da Sebastian Bieniek, interprete Doubleshirted della dualità. E, infine, non si deve rimare impressionati dal lavoro del giapponese Kazuki Takamatsu, ideatore della tecnica del depth-mapping, tanto unica quando faticosamente intricata, che fonde disegno classico, aerografo e pittura gouache con la grafica digitale, dove il bianco e nero sono espressione di ambiguità.
Ed è forse questo il motivo per cui le collaborazioni sono durature e sempre foriere di eccellenza, base imprescindibile per le collezioni, frutto di creatività, rispetto e un nuovo modo di concepire il mondo della moda.

Tutti i prodotti si caratterizzano per qualità del design, del tessuto e delle personalizzazioni.  I modelli vengono pensati in toto dalla designer, italiana ma con esperienza spagnola, ispirata da grandi nomi come Margiela e gli stilisti del nord europa, ma ancor di più dalla strada, la migliore passerella.

Le collezioni sono prodotte rigorosamente in laboratori italiani e personalizzate da artigiani, le T-shirt nascono una ad una, in edizione limitata, nessuna serialità alcuna.  Perché anche il mondo della condivisione ha le sue regole: rispetto, autenticità, valore della qualità sottese alla passione e al talento, requisiti fondamentali che ogni componente di questa pazza, geniale, open-mind e creativa famiglia deve avere.

teeshare

Ph. Credits: teeshare.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...